SVEGLIATI E’ PRIMAVERA…FORSE

Giulia Zeroni

zeroni-primavera

Il cervello, adesso, sembra faccia acqua da tutte le parti e non ricordiamo più cosa vuol dire essere spensierati!

Ci alziamo la mattina già demotivati, già stanchi, già irritati, già forse rassegnati. Ecco che risvegliarsi diventa veramente necessario, al di là che la stagione ancora non sembra voler sentire nessuna ragione per donarci un bel sole e alzare le temperature.  Tuttavia è  giunto  proprio il momento di liberarsi ugualmente dalla pesantezza.

Come la Natura, che in questa stagione germoglia e diventa spumeggiante, anche noi diamo voce all’energia che  già è in noi ma  assopita dall’inverno, rubandole magari le  modalità  per rifiorire. Il Cosmo è energia infinita e ricordiamoci che noi ne facciamo parte.

Ognuno realizzerà il proprio percorso, senza allontanarsi dalla sua personale essenza, anzi assecondando la sua unicità e senza farsi catturare dall’atmosfera generale di frustrazione, perché è tossica.

Fai germinare il tuo seme, come solo tu sai fare, la sensibilità, la tua attenzione, saranno la tua creatività per provvedere allo sviluppo della tua pianta.

Accendi l’entusiasmo e la vita riapre le sue porte! Il termine entusiasmo deriva dal verbo greco enthusiázo (io sono ispirato), composto da “en” dentro – e theós Dio (che ha un Dio dentro di sé). Ciò rappresenta l’energia vitale, l’esaltazione dell’anima, la luce che devi accendere.

Affrontare le giornate con la testa sgombra significa alleggerirsi dalle zavorre, le azioni diventano meno faticose, meno confuse, più efficaci.

Nella vita perdersi in elucubrazioni contorte porta solo a diventare sempre più insofferenti.

Oltre a germogliare con le tue capacità puoi usufruire di alcuni rimedi floreali, per non essere addormentato o spento o scarico o infastidito.

Suggerisco la seguente composizione floriterapica con fiori di Bach e fiori Australiani per ritrovare l’equilibrio e vivere il momento primaverile con serenità e con una nuova carica.

-Elm, sovraccarico mentale

Clematis, apatia

-Hornbeam squilibrio psicofisico

Crowea preoccupazioni

Black-Eyed Susan rimedio dello stress, aiuta a ricaricarsi e dona pace interiore.

Dosaggio: 4 gocce quattro volte al dì, sublinguale. Durata: circa 40 giorni  (due bottigliette da 30 ml.)

Anche per gli animali possiamo preparare una soluzione adatta a tale periodo, poiché considero importante il fatto che gli animali, in genere, sono in grado di percepire lo stato emozionale della persona, con cui passa le ore della sua vita.

zeroni-primavera1

Consiglio, in questo caso, l’Estratto Universale (Rescue Remedy), composto da cinque rimedi floreali, adatto alla disarmonia stagionale perché esercita un effetto calmante. Somministrare, per circa venti giorni, 4 gocce due volte al dì, nella ciotola dell’acqua. Per gli animali di taglia grande invece ripetere tre volte al giorno.

Può succedere che pure gli uccelli in gabbia manifestino un po’ di agitazione, quindi è possibile utilizzare il concentrato strofinando qualche goccia anche sul becco, oltre che nella loro acqua.

I preparati potranno essere richiesti all’erborista, al naturopata, al farmacista.

Viviamo la Primavera con un pizzico di brio per affrontare la vita con i suoi ostacoli e i suoi misteri e soprattutto  svuotiamo la mente dall’inutile.

***

“Ehi svegliati! Stai perdendo un dettaglio: la vita” (dal film, yes man).

***

Giulia Zeroni

Share Button

/ 20 Articles

Giulia Zeroni