L’Eroica di Gaiole in Chianti: un tuffo nel passato

Schany Levice

Tagged: , , , , , , ,

eroica-gaiole-top-life-magazine

Il suggestivo borgo di Gaiole in Chianti si prepara in questi giorni per la ventunesima edizione della famosa Eroica, prevista per il prossimo primo Ottobre.


L’Eroica è nata come celebrazione rievocativa della storia del ciclismo su strada. I partecipanti sono infatti tenuti ad indossare un abbigliamento da biciletta d’epoca, simile a quello usato da Bartali e Coppi negli anni ‘40/ ’50, ed a pedalare su bici eroiche od in stile vintage, talvolta arrugginite, ma di gran fascino.

eroica-gaiole-chianti-toplifemagazine

È un tuffo nel passato, un’emozione unica, ma anche un evento per la propaganda di uno stile di vita sostenibile e di valorizzazione del nostro patrimonio ambientale.

La corsa prevede svariati tipi di percorso, dalla passeggiata di 46 chilometri al percorso lungo di ben 209 chilometri, ma il viaggio può avere inizio anche da un qualsiasi punto del percorso, a patto che, sul proprio Road Book, ogni concorrente attesti il suo passaggio dalle cinque zone di controllo del circuito, tramite appositi timbri.

Grazie a questa splendida avventura ogni partecipante potrà godere dei panorami più belli della Toscana: il Chianti, Siena, la Val D’Arbia, Montalcino, la Val D’Orcia e le Crete Senesi.

corsa-eroica-chianti

Tappa da non perdere: il Castello di Brolio.

Questo è uno dei paesaggi più belli ed affascinanti di tutto il tragitto.

L’imponete edificio, posizionato sul dorso di un poggio, venne modificato nell’Ottocento, secondo il gusto medievale dell’epoca, per volere del barone Bettino Ricasoli. Egli si occupò inoltre dei vigneti circostanti al castello, creando per primo la formula ideale per il Chianti.

La salita tra i cipressi, il passaggio sotto le mura, e la discesa fra i vigneti, scalderanno il cuore di chi pedala, donandogli quella carica in più per affrontare l’intepido viaggio.

Dunque un evento assolutamente da non perdere, che prospetta grandi emozioni e divertimento anche per chi non partecipa alla corsa; il programma prevede infatti anche molte altre attività, come mostre, esposizioni, mercatini vintage e street food.

Ad ottobre, quindi, il Chianti si colora di storia: non prendete altri impegni ed andate a respirare il passato!

Share Button

/ 4 Articles

Schany Levice