Una giornata a Montevarchi

Chiara Poggi

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

DSCF0040

La tradizione di Montevarchi come fulcro del commercio toscano affonda le sue radici nel Medioevo.

È stata proprio la sua vocazione commerciale, insieme all’importanza di quello che allora era il mercato che si svolgeva  in corrispondenza dell’odierna piazza Garibaldi, a spingere i suoi commercianti e frequentatori a fondare, intorno all’anno mille, quella che poi sarebbe divenuta l’attuale Montevarchi. Per secoli questa città è stata il “mercatale” del Valdarno, del Chianti e del Pratomagno, tanto importante da imporre una propria unità di misura, la Staio montevarchino.

Ci addentriamo nel centro storico, che conserva ancora un assetto urbanistico medioevale e una conformazione a “mandorla” unica al mondo.  È tutto raccolto intorno alla sua piazza centrale, piazza Varchi. Le fanno da contorno il Palazzo Pretorio con stemmi di podestà posti sulla facciata e la Collegiata di San Lorenzo risalente al XIII secolo.

palazzo_pretorio-montevarchi

Nella caratteristica Via dei Musei, ogni quarta domenica del mese (eccetto luglio e agosto), si svolge il Mercato dell’ Antiquariato. Nella cittadina sono presenti cinque importanti musei: il Cassero per la Scultura, il Museo di Arte Sacra della Collegiata, il Museo Paleontologico, il Museo Territoriale e il Museo dell’artista Galeffi.

Nell’ex sagrestia, sede del Museo di Arte Sacra, il tempietto robbiano attribuito ad Andrea della Robbia e la Consegna della Reliquia del Sacro Latte da parte del Conte Guerra, rappresentano una delle più alte testimonianze dell’arte e della maestria di invetriare la terracotta da parte della celebre famiglia fiorentina.

Il Museo Paleontologico conserva molte rarità, compreso il cranio completo di un antichissimo Elephas meridionalis. Un altro importante edificio è Villa Masini, un gioiello liberty e art déco, dove Roberto Benigni ha girato alcune scene del suo capolavoro da Oscar  “La Vita è Bella”.

Villa Masini
Villa Masini

Prada a Levanella

Non dimentichiamo che Montevarchi è anche moda. Chi ama il lusso senza tempo di Prada non può fare a meno di fare un salto a Levanella, all’interno dell’outlet della famosa griffe  italiana, dove troviamo completi da donna e da uomo, borse, scarpe, stivali, portafogli, occhiali da sole e accessori vari.

une-prada-1024x512

Le vie del Centro Storico

Cardelli

Situato in via Roma, nel cuore della città,  lo storico store Cardelli è stato fondato dal sarto Aldo Cardelli nel 1957. Coadiuvato dai figli Giuseppe e Massimo, Aldo ha gestito il negozio fino al 1995, quando è subentrato il nipote Valter.

Dal 2000 l’antica sapienza sartoriale ha lasciato il posto a uno stile più moderno  e innovativo, ma sempre di alta qualità. L’interno della boutique richiama le caratteristiche di eleganza e di eccellenza, tratti da sempre distintivi dello stile Cardelli. Gli allestimenti e le vetrine sono curate dal fratello di Valter, Luca, per continuare una tradizione familiare che perpetua nel tempo.

Albos

Rimanendo sempre in via Roma, Paola Selvolini ci guida all’interno del suo punto vendita, AlbosArredato in modo elegante e femminile, propone un vasto assortimento di aziende  prestigiose di intimo, mare, homewear e calzetteria uomo donna, ispirate a ogni tipo di personalità.

Lo store veste la donna in modo contemporaneo, ma con dettagli artigianali; è adatto a chi cerca capi di assoluta qualità ed è attento allo stile. La sua filosofia è da sempre basata sulla consulenza specializzata, fondata su anni di esperienza e  sulla salvaguardia della tradizione autenticamente Made in Italy. Per Paola il cliente è il valore aggiunto.

Francesca via Roma

Francesca ci racconta della passione per la moda che la contraddistingue fin dalla tenera età. Aprire il SUO negozio nella città dove vive e dove ama incontrare le sue clienti (e amiche) a fare la spesa o a prendere un aperitivo è un sogno che si realizza.

Patrizia Pepe, Elisabetta Franchi non sono state scelte a caso. Stiliste italiane, donne che si sono affermate grazie alla loro creatività, in un momento difficile per il nostro paese, sono riuscite dal niente a portare il valore del Made in Italy anche all’estero, si sono imposte e fatte valere, creando qualcosa di importante… come anche Francesca spera di fare!

A Table in Tuscany

In piazza Magiotti, nel cuore di Montevarchi, Paola con i suoi prodotti esalta il Valdarno, terra di grande storia, che ha nella gastronomia il fiore all’occhiello, grazie alle nostre materie prime genuine. I produttori, selezionati personalmente, sono spesso artigianali e di nicchia, per garantire la più grande qualità e particolarità.

Il famoso Panbriacone dei fratelli Bonci, la pasta Martelli, i prodotti di fattorie della zona, i vini, eccellenze del Valdarno e del Chianti, tutte da scoprire. La possibilità di pranzare dentro o fuori,  sulla piazza, con taglieri di salumi e formaggi, insalate miste condite con oli di qualità, dalle spiccate e diverse caratteristiche di gusto ed olfattive.

Hair Fashion Stylist

Dopo il ventennale successo dello storico  Hair Fashion di San Giovanni Valdarno, da due anni Michela e Lucia hanno fatto il bis, aprendo un secondo salone a Montevarchi, in via IV Novembre, davanti ad un ampio parcheggio e proprio alle spalle di via Roma.  In questo Concept Store dalle linee moderne e di design, talento, esperienza e professionalità si fondono per offrire un prezioso riferimento per la cura e lo styling dei capelli.

Un luogo  dove un’equipe di professionisti sono guidati dall’esperienza e dalla creatività di Michela e Lucia. Hair fashion propone in esclusiva nel Valdarno i prodotti biologici per capelli della B. LAB Toscana e tutta la sua linea vegana.

Via Roma 7

Dopo una lunga giornata di turismo e shopping e con un nuovo look, sentiamo l’esigenza di un aperitivo e così decidiamo di rifugiarci da Federico a Via Roma 7,  affacciati su Piazza Vittorio Veneto.

Un  luogo di ritrovo che anima la zona, un vero punto di riferimento anche per i pranzi e il dopo cena. In un’atmosfera frizzante e giovane il momento dell’aperitivo si evolve così in un punto di unione, diventando un piacevole modo di terminare la giornata o di dare inizio a una notte all’insegna del divertimento, mantenendo quella storica aura di incontro e aggregazione che caratterizza questo luogo.

Share Button

/ 79 Articles

Chiara Poggi