La Val d’Orcia: la Toscana ideale

Chiara Poggi

Tagged: , , , , , , ,

Val-d_Orcia-e-Montalcino-Foto-Giuseppe-Sanfilippo

Quando  si pensa alla Toscana, viene sempre in mente il tipico paesaggio della Val d’Orcia, un luogo dove si vive appieno il connubio tra arte e paesaggio, tra l’espressione di meravigliose caratteristiche naturali e la testimonianza delle opere di chi vi ha vissuto.

Secondo l’Unesco, che nel 2004 l’ha inserita nella World Heritage List, questa splendida valle, celebrata anche dai pittori della Scuola Senese, dal XIII al XV secolo, è un eccezionale esempio di come il paesaggio naturale sia stato ridisegnato rispecchiando gli ideali del “buon governo” tipici della città-stato del rinascimento italiano.

Dolci colline ricoperte da una fitta vegetazione di vigneti, oliveti, cipressi, faggeti e castagneti, interrotta da antichi abitati di origine medievale, case rurali e rocche con torri impervie, che si disperdono nell’isolata e tranquilla natura dei luoghi.

La Val d’Orcia ha legato i suoi destini alla via Cassia, che per gran parte del suo percorso ricalca la storica via Francigena, dove il senso del viaggio ha lo spirito del pellegrinaggio. Le calde acque, ricche di preziosi elementi naturali, che scorrono nelle sue viscere, vanno ad alimentare le numerosi fonti termali e piscine naturali qua presenti.

bagno-vignoni-2

Montalcino, Pienza Castiglione d’Orcia, Radicofani e San Quirico d’Orcia, oltre che i suoi più importanti capoluoghi, sono anche i cinque comuni che hanno scelto di dare vita al Parco della Val D’Orcia a tutela dell’ambiente e del territorio.

Bagno Vignoni, Bagni San Filippo, Contignano, Monticchiello, Rocca d’Orcia, Campiglia d’Orcia, Vivo d’Orcia, sono altre magnifiche località che in questa zona regalano un tuffo in un passato pieno di fascino e suggestioni.

Ma la ricchezza e la varietà dell’ambiente non sono gli unici elementi che caratterizzano questa terra incontaminata: il cacio pecorino di Pienza, il miele, l’olio, i salumi di Cinta Senese
i funghi e i tartufi, e uno dei vini più famosi al mondo, il Brunello di Montalcino, costituiscono altri suoi importanti punti di forza.

Share Button

/ 80 Articles

Chiara Poggi