Poggio di Loro. Un piccolo borgo dalla storia millenaria.

admin

Tagged: , , , , , , , , , , , , ,

_DSC7569

Proseguendo oltre il paese di Loro Ciuffenna, vicino alle sorgenti dell’omonimo torrente, troviamo, a 626 m slm, Poggio di Loro. Antico castello, se ne ha notizie sin dai tempi di Carlo Magno, precisamente dal 780 d.C. Proprietà prima dei Conti Guidi, poi della famiglia dei Pazzi del Valdarno dal 1316.

La strada che sale verso questo centro è particolarmente gradevole e offre bei panorami, sia davanti guardando le bellezze naturali del paesaggio montano, che alle spalle, verso il Valdarno. Ci accompagnano lungo la via verdi oliveti a testimoniare, nonostante la quota, la mitezza del clima. Infatti il suggestivo e naturalistico massiccio del Pratomagno, con la sua celebre croce che sembra vegliare sull’abitato, funge nei mesi autunnali da “calda coperta”. Il borgo presenta ancora oggi intatta la struttura tipica del castello medievale, con le mura di cinta, la porta di accesso al paese, le sue viuzze in pietra, l’architettura delle abitazioni e la chiesa di chiaro stile romanico, oltre il vecchio forno.

_DSC7537

La sua importanza storica era dovuta principalmente alla strada che di qui passava, per valicare il Pratomagno, mettendo in comunicazione Valdarno e Casentino. Tutto ciò aiutava Poggio di Loro a “commercializzare” i suoi prodotti, carbone e castagne in primis. Il paese oggi si presenta ordinato, con le sue stradine lastricate di pietra che s’intrecciano tra gli edifici ben ristrutturati. Tra questi va menzionata la Chiesa dedicata a Santa Maria Assunta, al cui interno è conservato un pregevole polittico di metà Quattrocento.

poggioloro

Ogni prima domenica di novembre si tiene la “festa dei 100 Ceppi”. Illuminato dai falò accesi, dentro i tronchi cavi di castagno, il paese si trasforma in un luogo magico dove assaggiare i prodotti del periodo autunnale, come castagne e vin brulè, polenta preparata nel modo più tradizionale e molto altro. Il borgo si trova al centro di numerosi percorsi naturalistici e sentieri CAI da percorrere a piedi o in mountain bike, in ogni stagione, dove poter  incontrare tanti piccoli tesori che la montagna dona a tutti coloro che vi si avventurano. Un ambiente naturale e incontaminato, dove boschi di quercia, castagno abeti e orchidee selvatiche, permettono all’escursionista la scoperta di una vegetazione selvaggia e varia.

Gli aspetti paesaggistici e architettonici e i non secondari valori di quiete e ambiente salubre vanno vissuti e scoperti sul posto, è per questo che Poggio di Loro merita una vostra visita.

Share Button

/ 170 Articles

admin