San Gimignano: Vernaccia e Zafferano

Simona Grossi

Tagged: , , , , , , , ,

tour-zafferano-sangimignano

San Gimignano è uno splendido borgo medioevale nel cuore di Siena. Il suo territorio si occupa da secoli dei nostri sensi dedicando loro due meraviglie della natura: la vernaccia e lo zafferano.

La vernaccia è il primo vino italiano a marchio DOP. Nel 1993 ha ottenuto anche la denominazione DOPG: di colore giallo paglierino, con la sua dolcezza piena, l’aroma floreale –  fruttato e il retrogusto di mandorle amare completa il ventaglio di proposte delle cantine toscane, per lo più popolate da rossi.

Tra gli estimatori di questo vino pregiato, nato nel 1200, si annoverano Lorenzo il Magnifico  – che ne faceva spesso richiesta  – e Dante Alighieri: nel XIV canto del Purgatorio tessé le lodi della vernaccia, desiderata più che mai da Papa Martino.

vernaccia-san-gimignano

L’origine del nome è quanto mai controversa: alcuni storici la collocano dal latino “vernaculum”, cioè del posto; altri sostengono che provenga da Verna, cioè inverno; altri ancora da due vitigni, rispettivamente spagnolo e francese: Garnacha o Granache.

Alla vernaccia è stato dedicato un museo nella villa della Rocca di Montestaffoli, luogo di eccellenza, memoria, tradizione ed identità e realizzato dall’Amministrazione Comunale insieme al Consorzio della Denominazione, l’Associazione Pro Loco e l’Associazione Strada dei vini della Vernaccia, che attualmente lo gestisce. Grazie ad immagini, foto video strumenti interattivi e percezioni di tipo visivo olfattivo, farete un viaggio nell’essenza del vino e potrete partecipare, con la sapiente guida di un sommelier, alla degustazione di tutti i migliori vini.

L’altro protagonista della storia del paese è lo zafferano, detto anche oro rosso, traino per lo sviluppo economico fin dalla antichità e utilizzato in molteplici ambiti, dalla farmacia, alla pittura e in cucina.

zafferano

Questa spezia a marchio DOP, con il suo aroma intenso parla al gusto e all’olfatto mentre la sottile polvere racconta una lavorazione fatta con metodi naturali, in grande parte nel rispetto della tradizione medioevale.

Conferisce inoltre un tocco esclusivo ad una vasta gamma di specialità gastronomiche, dalle carni, ai dolci, in un connubio innovativo, insolito ed inebriante esaltando ancora di più le ricette della tradizione toscana.

Adesso non dovete far altro che impostare le coordinate del vostro navigatore in direzione San Gimignano. Ciò che vivrete sarà molto al di sopra delle vostre aspettative.

 

Credits Photo Cover

 

Share Button

/ 80 Articles

Simona Grossi