L’Arezzo Wave Festival celebra la musica rock e la sua voglia di divertire

Vittoria Ricci

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

arezzo-wave-750x400

Una lunga storia, molte metamorfosi ma nessuna rivoluzione: l’Arezzo Wave Love Festival in quasi trent’anni di vita è cresciuto, si è modificato ma non ha mai stravolto la propria essenza ed  è ancora oggi IL ritrovo dei più promettenti artisti rock italiani; oggi come ieri ospita grandi nomi della musica, che spesso proprio sui palchi dell’Arezzo Wave hanno mosso i loro primi passi.

Dal 17 al 21 Luglio il Festival rock riapre i propri microfoni e le proprie casse dal main stage del parco di Villa Severi di Arezzo per risuonare senza barriere nel panorama internazionale della musica rock.

Non solo buona musica ma anche molte attività culturali sono in programma per le giornate del festival: letture di testi e spettacoli teatrali. L’Arezzo Wave strizza anche un occhio ai più piccoli: in continuità con le due ultime edizioni, sarà ricostruita la Cicciottà, la città dei bambini a portata di bambini, rigorosamente in miniatura, quest’anno dedicata alle energie rinnovabili e all’ecologia; previsto, all’interno, anche un laboratorio in cui i bambini potranno dare sfogo alla propria creatività e manualità, ovviamente sempre tutto all’insegna del green.

image
PIERPAOLO CAPOVILLA, frontman del Teatro degli Orrori;

 

ALCUNI DEI PIU’ IMPERDIBILI APPUNTAMENTI DELL’AREZZO WAVE FESTIVAL 2014:

  • Nella prima serata del 17 Luglio è attesissimo il ritorno degli AVION TRAVEL che rientrano sulla scena dopo dieci anni;
  • il 18 Luglio tra le varie esibizioni vi sarà invece una parentesi più rap con il cantante EMIS KILLA;
  • per il 19 Luglio previsto  il debutto da solista di PIERPAOLO CAPOVILLA, frontman del Teatro degli Orrori;
  • un sapore più internazionale assumerà la prima parte della serata del 20 Luglio con l’americano JOSEPH ARTHUR per poi finire sulle più satiriche note di ELIO E LE STORIE TESE;
  • nella serata finale del 21 Luglio ci spostiamo ad Anghiari, location satellite dell’Arezzo Wave dove il flautista ROBERTO FABBRICIANI con la SouthBank Orchestra porterà in scena lo spettacolo “PIED PIPER FANTASY” tratto da “Il pifferaio” di Hamelin con la voce narrante di FRANCESCO MOSER.
Avion Travel, di nuovo sulle scene dopo un decennio
Avion Travel, di nuovo sulle scene dopo un decennio

L’Arezzo Wave Love Festival è un’importante vetrina per le giovani band italiane esordienti: grazie al contest Arezzo Wave Band, i giovani più talentuosi di ogni regione d’Italia vengono selezionati durante i mesi che precedono il Festival, la band vincitrice ha la possibilità di esibirsi su prestigiosi palchi italiani e stranieri e riceve un premio in denaro di 1000 euro; tra i vincitori del contest sono da ricordare band come Marlene Kuntz e Afterhours; hanno incrociato il proprio cammino con il Festival rock toscano anche artisti come Piero Pelù, Gianna Nannini, i Negrita, i Modena City Rambler e molti altri.

Il Festival musicale di Arezzo, negli anni, ha sempre riscosso grande successo, questo è reso possibile da un’ideazione e progettazione dell’evento che coinvolge tutto il territorio, non solo le istituzioni ma anche i titolari delle attività (primi tra tutti gli albergatori che omaggiano i pernottanti di un ingresso omaggio per il Festival): l’Arezzo Wave è frutto di un lavoro collaborativo che ha come scopo la rivalutazione e la promozione del territorio e dei suoi talenti.

Aspettiamo quindi trepidamente le cinque giornate di Arezzo, l’insurrezione pacifica del rock.

Share Button

/ 21 Articles

Vittoria Ricci