Atmosfere Garden Party nell’Oltrarno Fiorentino

Daniele Angelotti

Tagged: , , , , , , , , ,

2

Dietro le eleganti facciate e i pesanti portoni di Firenze si celano spesso sorprese inaspettate: cortili e giardini segreti che riportano la mente a epoche lontane. Il tempo non si è però fermato e storie secolari si legano a nuovi modi di vivere il verde.

A due passi da Piazza Pitti sorge il Giardino Torrigiani, uno dei più intriganti della città con i suoi percorsi iniziatici sorvegliati da statue, alberi centenari e dal caratteristico torrino che costituisce una vera e propria icona della città.

Qui fu fondata nel 1716 da Antonio Micheli la Società Botanica Fiorentina, la più antica d’Europa e d’Italia, e ancora oggi il vasto parco è concepito come luogo di sperimentazione e ricerca. Tra orti sinergici, colture idroponiche e serre fotovoltaiche i padroni di casa aprono le porte a curiosi visitatori, famiglie e scolaresche per far scoprire un angolo di paradiso nascosto dalle possenti mura che in passato difendevano la città.

Oggi la sperimentazione diventa anche artistica e il giardino ospita spesso concerti e mostre come “Le Rose di Redouté” che dal 9 all’11 maggio ha permesso di ammirare le opere di Christian Lacroix, stilista francese che ha lavorato per importanti maisons quali Hermès, Guy Paulin e Pucci, e quelle di Philippe Louisgrand.

foto 2 (1) foto 4 (2)

Acquerelli, collage, acqua, fiori e animali sono diventati così i protagonisti di un’immaginazione vivace in grado di offrire una rilettura curiosa, contemporanea e accattivante delle illustrazioni botaniche settecentesche di Pierre Joseph Redutè. Fuori dalla serra in cui sono state esposte le opere, una perfetta atmosfera Garden Party rendeva indimenticabile un soleggiato week end primaverile. Il Giardino Torrigiani è visitabile su prenotazione e i discendenti dell’antica famiglia saranno ben lieti di accogliere i visitatori svelando aneddoti di famiglia e curiosità di un luogo incantato. Non resta dunque che venire a scoprirlo di persona.

Share Button

/ 18 Articles

Daniele Angelotti