I migliori film in uscita nelle sale toscane

Katia Neri

Tagged: , , , , , ,

her-top_life_magazine

Calato il sipario sulla sfavillante notte degli Oscar, che ha visto trionfare anche il nostro cinema italiano, grazie al film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino, rituffiamoci nuovamente nelle emozioni del grande schermo con le prossime uscite nei cinema toscani.

300 – L’alba di un impero di Noam Murro

 Se siete rimasti meravigliati dal rivoluzionario 300 di Zack Snyder, non potete perdere il midquel, ancora più avvincente: 300-L’alba di un impero di Noam Murro.

Secondo capitolo della saga epica, tratto dal romanzo di Frank Miller, che sposta il suo campo di battaglia in mare. Dopo la morte dei prodi 300 alle Termopili, re Dario (Yigal Naor) ammonisce sul letto di morte il figlio Serse (Rodrigo Santoro), di non attaccare il Peloponneso, perché solo gli dei sono in grado di sconfiggere i greci. Il figlio cade in preda all’ira per la morte del padre, causata da Temistocle (Sullivan Stapleton) durante la Prima guerra persiana. Artemisia (Eva Green), fedele comandante del re Dario, instilla in Serse il germe della follia, convincendolo che lui è l’unico Dio, capace di eliminarli. Gli eventi porteranno i greci ad affrontare Serse ed Artemisia nella battaglia di Salamina.

Computer grafica e tecnica del blue screen, in simbiosi con attori e oggetti, ricreano alla perfezione le atmosfere dark dei fumetti. Lo spettatore è catapultato in scenari onirici, dove la macchina da presa e i personaggi si muovono, come in un balletto armonico. L’unica pecca è la reiterazione di mastodontiche battaglie e scene cruente, non adatte ai deboli di stomaco. Vi attende al cinema dal 6 marzo.

Lei di Spike Jonze

Innamorarsi è una cosa folle, è come una forma di follia, socialmente accettabile”. Il pensiero di Amy (Amy Adams) ha suscitato in me tante riflessioni e non è l’unico del film di Spike Jonze, premiato non a caso con l’Oscar per la migliore sceneggiatura.

L’introverso Theodore (Joaquin Phoenix), impiegato presso una compagnia, scrive lettere d’amore per chi ha difficoltà, ad esprimere i propri sentimenti. Dopo la fine del suo matrimonio, non riesce più a rifarsi una vita, a trovare uno stimolo, fino a quando non acquista un sistema operativo parlante, che sfrutta l’intelligenza artificiale, sorprendentemente umana. Theodore comincia piano piano a lasciarsi andare, a sviluppare un forte legame con il suo personale sistema operativo, chiamato Samantha.

Sull’onda della tecnologia sempre in continua evoluzione e dei social network, dove è facile innamorarsi e perdersi, il regista ci stupisce con una storia d’amore pura, platonica, che esula dalla sessualità e dalla freddezza virtuale. Un ritratto particolare dell’amore inspiegabile e incondizionato, ambientato in un futuro prossimo, senza puntare il dito sulla tecnologia. Tutto dipende ovviamente dall’uso che noi ne facciamo.

Vi consiglio il film in lingua originale, per non perdere la voce di Scarlet Johansson (Samantha), molto più sensuale della nostra Micaela Ramazzotti. Dal 13 marzo al cinema.

47 Ronin di Carl Erik Rinsch

 Se amate i lungometraggi epici dalle atmosfere fantasy, immersi in una dimensione avventurosa, il film 47 Ronin, diretto dal visionario Carl Erik Rinsch, non vi deluderà.

Kai (Keanu Reeves) è un emarginato che si unisce a Oishi (Hiroyuki Sanada) il leader dei 47 Ronin. Insieme cercano la vendetta sul tiranno Signore che ha ucciso il loro Maestro, bandendo i suoi seguaci guerrieri. Per restituire l’onore al loro feudo, i guerrieri si troveranno ad affrontare delle due prove, per distruggere gli ordinari. Kai si trasformerà in un eroe, che ispirerà questa banda di ribelli a cogliere l’eternità.

Il regista, basandosi su una leggenda epica, omaggia il Giappone feudale che fa da sfondo a mastodontiche battaglie, a scenari suggestivi e cupi, dove si aggirano creature mistiche. L’intreccio tra le vicende dei samurai, la storia d’amore e gli scontri con animali fantastici ricordano la Principessa di Mononoke di Miyazaki. Una messa in scena precisa, per un film dagli stilemi classici, che vi attenderà dal 13 marzo nei cinema.

Jimmy P. di Arnaud Desplechin

 Quando Desplechin si accosta a Truffaut, ispirandosi a Il ragazzo selvaggio, il risultato è Jimmy P.

Dalla guerra non si torna mai come si era partiti. Jimmy Picard (Benicio del Toro), nativo americano della tribù dei Blackfoot e reduce del fronte francese, è ricoverato in un istituto in Kansas, specializzato in malattie mentali. Jimmy soffre di lancinanti emicranie, perdite improvvise di vista e udito e una vita onirica che lo rende insofferente. Dopo una serie di esami i medici decidono di consultare Georges Devereux (Mathieu Amalric), antropologo e psicanalista francese, esperto della cultura dei nativi d’America. Tra i due s’instaura una sincera amicizia, un rapporto basato sulla fiducia e sulla complicità, che li avvicina in un percorso terapeutico attraverso l’analisi dei sogni.

Adattamento del libro di Georges Devereux “Psicoterapia di un indiano delle pianure” (1951, Stati Uniti), che ha aperto la strada all’etnopsichiatria, Jimmy P. rappresenta una pagina interessante di psicanalisi. La storia toccante di un incontro, i cui personaggi sono consapevoli che la guarigione è solo una tregua tra la vita e il mondo. Il regista scava in profondità il malessere del protagonista, traducendolo in immagini. Le immense praterie inquadrate richiamano il paesaggio mentale, la solitudine di Jimmy. Vi aspetta dal 20 marzo nelle sale.

Captain America-The Winter Soldier di Anthony e Joe Russo

 Gli appassionati dei fumetti della Marvel non potranno perdere il sequel di Capitan America-Il primo vendicatore (2011). Il super soldato dei fumetti torna sul grande schermo con il secondo episodio della saga: Capitan American-The Winter Soldier, diretto da Antony e Joe Russo che vedremo dal 26 marzo nelle sale.

Steve Rogers/Capitan America (Chris Evans) vive tranquillamente a Washington, mentre cerca di adattarsi al mondo moderno. Quando un collega dello S.H.I.E.L.D si trova sotto attacco, Steve viene coinvolto in una serie di intrighi che mettono a rischio il mondo. Unendo le forze con la Vedova Nera (Scarlet Johansson), Capitan America lotta per smascherare l’esteso complotto, combattendo anche contro criminali, inviati per farlo tacere. Entrambi saranno aiutati da un nuovo alleato: Falcon (Anthony Mackie). Il gruppo di eroi si troverà a fronteggiare un inaspettato e temibile nemico: il Soldato d’inverno.

Un film, ricco di azione e colpi di scena, che annovera nel cast anche Robert Redford e Samuel L. Jackson. La lotta tra il bene e il male portata in scena con effetti speciali impressionanti.

Share Button

/ 40 Articles

Katia Neri