I piatti della tradizione: la ribollita

admin

Tagged: , , , , , , , ,

ribollita

La Ribollita è per noi toscani un piccolo grande piacere della vita, ma non solo, è una vera e propria istituzione.

Una zuppa con tutti gli elementi fondamentali della cucina nostrana. Un piatto talmente riuscito e conosciuto che in esso si identifica tutta l’intera regione. Ricorda vagamente il minestrone, non fosse altro per la grande varietà di verdure utilizzate per la sua realizzazione. La sua origine è prettamente contadina (il metodo di cottura e gli ingredienti utilizzati non lasciano dubbi sull’origine umile di questa straordinaria pietanza).

Un “piatto di recupero”, come lo sono molte ricette della cucina povera della nostra tradizione, la stessa in cui spesso la bontà è figlia della necessità e sinonimo di raziocinio e ottimizzazione delle risorse, dove “non si buttava via niente”. La saggezza popolare del recupero degli avanzi ci ha lasciato infatti molti piatti, frutto della creatività e della passione di quelle forti donne toscane munite d’estro e grande intuito per la cucina.

Il termine Ribollita significa infatti “bollita di nuovo” e si riferisce al fatto che per preparare questo piatto si utilizzavano le verdure cotte avanzate dai pasti dei giorni precedenti. Anticamente era tradizione preparare la Ribollita – in grande abbondanza – il venerdì, in modo da poterla mangiare anche nei giorni seguenti. Un passaggio al fuoco o al forno per “ribollire” le verdure piano-piano, insieme al pane raffermo, con l’aggiunta di una carezza d’olio appena franto, una spolverata di pepe… ed eccoci:una bontà.

Il massimo è mangiarla insieme ad un cipollotto fresco: un morso al cipollotto, una cucchiaiata di Ribollita e potrete sognare. In tutta la Toscana ogni città o paese ha la sua versione della Ribollita, che quindi non ha una ricetta standard, ma presenta comunque una regola fondamentale: per chiamarsi davvero così deve contenere obbligatoriamente i fagioli e due tipi di cavolo, il cavolo verza e il cavolo nero.

Ve la suggeriamo come piatto unico durante la stagione invernale. Nei mesi freddi nulla ritempra meglio di una bella zuppa calda…

Buon appetito!

Share Button

/ 170 Articles

admin