Una volta nella vita: tesori dagli archivi e dalle biblioteche di Firenze

Daniele Angelotti

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

SONY DSC

In un periodo difficile per il mondo dell’editoria, dove il bel libro rischia spesso di perdere valore a causa della crescita esponenziale di “junk book” a basso costo, la mostra ‘Una volta nella vita: tesori dagli archivi e dalle biblioteche di Firenze’.

inaugurata il 27 gennaio nella splendida cornice della Sala Bianca di Palazzo Pitti, mette in risalto un’arte nostrana di cui, da italiani, bisogna essere ben fieri. Bolle papali e antichi cabrei si rincorrono con manoscritti autografi di Michelangelo e Raffaello, Divine Commedie illustrate si fronteggiano al primo numero di Topolino.

Fig. 15 (749x1024)

Sacro e profano dell’editoria si ritrovano riuniti per l’occasione per ben celebrare la cultura italiana in tutte le sue sfaccettature: spartiti musicali, trattati scientifici e diari provenienti da importanti collezioni, private e non, per un totale di 133 pezzi esposti con un allestimento studiato ad arte per far rivivere l’emozione degli antichi scriptoria conventuali.

La mostra, nata dalla collaborazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con oltre 30 importanti istituzioni fiorentine, è stata accolta sotto l’alto Patronato della Repubblica e rimarrà aperta sino al 27 aprile. Un’occasione da non perdere per riscoprire un mondo in cui artigianalità del contenitore e qualità del contenuto hanno accompagnato per secoli la vita di tutti i giorni.

Fig. 18 (775x1024)

Share Button

/ 18 Articles

Daniele Angelotti