DiVini Assaggi, la nostra rubrica dei vini toscani

admin

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

diviniassaggi

Ci sono tanti modi per scoprire e capire un territorio, uno di questi è “assaggiarlo”.

A cura di Bruno Bacci e Paolo Giannetti

Tra le province di Arezzo, Siena e Firenze le occasioni per farlo sono molte e piacevoli, in quanto nel cuore della Toscana cibo e vino sono delle vere e proprie eccellenze, riconosciute come tali in tutto il mondo.

In questa rubrica parliamo di vino, di uomini, di vigne, di cantine e di un territorio che ad ogni stagione contribuisce a rendere questa zona un’icona dell’enologia mondiale.

DiVini Assaggi non vuole essere una guida che analizza e giudica un’etichetta, ma un racconto, un’esaltazione della convivialità, un viaggio alla scoperta di veri gioielli enogastronomici e soprattutto delle emozioni provate nell’incontrare piccoli o grandi produttori, che mettono in campo passione e competenza.

Tenimenti d’Alessandro – Cortona

Partiamo di buon mattino alla volta di Cortona, in provincia di Arezzo. La giornata è splendida, bella premessa per visitare una delle aziende simbolo della zona. Massimo D’Alessandro, grazie a studi e sperimentazioni iniziati dalla metà degli anni ’80, è stato determinante nello sviluppo del vitigno Syrah, contribuendo sia a rilanciare la viticoltura locale che a coinvolgere la maggioranza dei produttori ad adottare questo vitigno. Oggi, grazie anche a Giuseppe Calabresi – suo partner dal 2007 – i Tenimenti D’Alessandro sono capofila della DOC Cortona.

Nel borgo di Manzano, in cui spicca Villa Magi-Diligenti, insieme ad altri edifici del XVIII secolo – tutti circondati da splendidi giardini – con grande gentilezza ci accoglie Gaetano Saccoccio. Ci accompagna nella visita e nella degustazione dei loro vini con vero senso di ospitalità. Abbiamo assaggiato un bel bianco da uve Viognier, il Fontarca 2010: dalle nuance floreali, è balsamico e salmastro. In bocca ha eleganza, morbidezza e sapidità (€ 26,00). Molto interessante anche il Borgo Syrah Vecchie Vigne 2010, speziato e balsamico con note fruttate di sottobosco, ampio, fresco e piacevole al gusto (€ 20,00).

tenimenti-luigi-d-alessandro

 Fattoi -Montalcino

Paesaggi pittorici si distendono di fronte a noi in direzione Montalcino. Arriviamo al podere Capanna, nei pressi della pieve di Santa Restituita. La famiglia Fattoi, che dal 1965 ne è proprietaria, è totalmente coinvolta nella gestione aziendale. Ofelio, una persona schietta, che da sempre ama la sua terra e il suo lavoro, è coadiuvato dai figli Leonardo e Lamberto, ai quali trasmette ogni giorno la sua grande esperienza.

I vini dei Fattoi sono sanguigni, espressivi e tradizionali. Ottimo il Brunello 2007: intenso, minerale e fruttato, dal tannino fine. Ha grande carattere, è teso, persistente ed elegante (€ 27,00). Di grande impatto il Brunello Riserva 2007,dall’olfatto complesso e dal frutto maturo con note balsamiche. È ricco e sostenuto, ha struttura fine, equilibrio e fin di bocca piacevole (€50,00).

 fattoi

Podere Castellinuzza – tra Greve in Chianti e Lamole

Ci spostiamo in un’altra zona simbolo dell’enologia toscana. Arriviamo a Castellinuzza, dopo aver seguito la strada che da Greve in Chianti porta a Lamole. Nel piccolo borgo ci sono ben 3 aziende vinicole, noi ci fermiamo al Podere Castellinuzza. Il proprietario Paolo Coccia ci accompagna a visitare le vigne e con orgoglio ci mostra i curatissimi filari, con piante che arrivano fino ai 100 anni di età. La passione che lo anima ha contagiato anche la figlia Serena e la moglie Luisa Cavigli, preziose collaboratrici. L’ambiente molto gradevole conferisce ai vini caratteristiche uniche, espressione di un territorio fortunato.

Il Chianti Classico 2011 ha profumi complessi, centrati sul frutto rosso maturo. Le note di tabacco dolce lo rendono balsamico e speziato. In bocca è fresco, lungo e dinamico. Ha un’ottima bevibilità e un eccellente rapporto qualità-prezzo (€ 11,00). Tutte le annate assaggiate della verticale, pur con le loro diversità, denotano un notevole potenziale evolutivo. Gran vino il Chianti Classico Riserva 2009:intenso e persistente, in bocca è profondo, teso e vellutato.

castelllinuzza

* Tra parentesi prezzo medio in enoteca.

A cura di Bruno Bacci e Paolo Giannetti

Share Button

/ 174 Articles

admin