Impruneta, cotto & Chianti

Simone Scalaberni

Tagged: , , , , , , , , , ,

vigneti
I vigneti d’Impruneta

L’Impruneta è un’altra delle tante gemme incastonate nella collana Toscana. Il suo territorio si estende sulle colline comprese tra il torrente Ema e il fiume Greve degradando verso Firenze. Qui la coltivazione dei cereali si affianca a quella delle piante con alberi da frutto, alla viticoltura e alla olivicoltura, andando a comporre un paesaggio di rara bellezza e fascino indiscutibili. Storica anche la produzione di pavimenti in pregiato cotto.

Santuario di Santa Maria ad Impruneta

Santa Maria dell'Impruneta particolare
Santa Maria dell’Impruneta

Tutta la storia del paese è legata a questo santuario. Probabilmente in epoca etrusca (VI secolo a.C.), sul luogo era presente un santuario legato ad una divinità salutare. In epoca altomedievale nasce l’attuale basilica (1060 circa), in seguito al ritrovamento della sacra immagine della Madonna oggi conservata nel santuario. L’edificazione del santuario fece anche nascere un gran movimento di pellegrini con conseguente sviluppo di un mercatale.Questo portò allo sviluppo di tutto l’abitato di Impruneta. A testimonianza di questi eventi sono rimasti i Loggiati del Pellegrino, situati a lato della basilica, e, come evento connotativo tradizionale, la Fiera di San Luca, rimasta per secoli una delle più importanti fiere di bestiame della Toscana, raffigurata in una famosa incisione di Jacques Callot.

Andare per cantine

Uno dei modi più interessanti di visitare il territorio dell’Impruneta è quello di andare di podere in podere a degustare l’ottimo vino che qui si produce e ad assaggiare, accompagnato a dell’ottimo pane toscano, uno dei migliori olii extravergine che si possano trovare. Il Chianti è un territorio ospitale e non sarà difficile passare il tempo a conversare con i fattori ed i contadini del luogo che vi faranno visitare le cantine dove si produce e si conserva il “Chianti dei colli Fiorentini”.

Share Button

/ 47 Articles

Simone Scalaberni