A Certaldo con Boccaccio

admin

Tagged: , , , , , , , ,

Certaldo_Alto-palazzo_pretorio-esterno1

700 anni fa nasceva Giovanni Boccaccio, l’autore del Decameron. Certaldo ha celebrato la sua nascita offrendo itinerari enogastronomici e culturali. Boccaccio si ritirò in Valdelsa nel 1361-62, ormai stanco dei problemi politici di Firenze. 

Casa Boccaccio

La Casa di Giovanni Boccaccio oggi è un museo dedicato al grande letterato del Trecento con una biblioteca specialistica contenente centinaia di opere boccacciane tradotte ed illustrate. All’interno, oltre a molti importanti testi di critici italiani e stranieri, soprattutto traduzioni delle opere di Boccaccio. In particolar modo il Decameron, tradotto nelle lingue di quasi tutto il mondo: francese, inglese, tedesco, giapponese, arabo ebraico, russo, greco che dimostrano l’universalità dell’opera di questo grande poeta.

Verranno inoltre mostrati i manoscritti e la collezione di illustrazioni di Salvador Dalí ispirate alle novelle. Il 13 dicembre verrà programmata  la lettura della decima novella della decima giornata. Il 20 dicembre ci sarà la commemorazione per la morte del Boccaccio, (avvenuta il 21 dicembre 1375) con la conferenza Gli amori di Giove da Boccaccio a Leonardo.

decameron

Palazzo Pretorio

Il trecentesco Palazzo Pretorio ospita una inedita mostra visivo sonora letteraria: “Novellando piacare”, di Enzo Fileno Carabba e Carlo Romiti. Aperta fino al 29 dicembre 2013. (Orari: 9.30-13.30, 14.30-16.30; chiuso mar. Ingresso: 4 €). Dopo i restauri, durati 5 anni, è aperto al pubblico l’accesso alla torre e al camminamento, con un affaccio panoramico sul borgo.

Itinerari enogastronomici

Per l’occasione, molti ristoratoti del luogo hanno modificato il menù: all’Enoteca Boccaccio sono stati introdotti taglieri di affettati e formaggi erborinati di pecora con mostarda di cipolle di Certaldo, di cui si parla nel Decameron VI, 10. La cipolla di Certaldo si può gustare anche in pizza Fra’ Cipolla, al ristorante Da Messer Boccaccio, ricavato in una vecchia tinaia, nella cui cantina è possibile visitare la Sala d’Arme Medievale.

boccaccio

Da visitare la scuola di Cucina di Giuseppina, dove  si possono scegliere corsi di quattro ore di cucina tradizionale toscana. Durante la mezza giornata, a scelta alle 10 o alle 17, si prepara un menu completo, dall’antipasto al dolce, ispirato a Boccaccio. Consigliatissimo infine il cappuccino del Bar Boccaccio, a Certaldo Alto.

Share Button

/ 174 Articles

admin