Il Rinascimento da Firenze a Parigi. Andata e ritorno

Katia Neri

Tagged: , , , , , , , , , , ,

Villa_bardini-top_life-magazine_firenze

I tesori del Musée Jacquemart-André, tra cui Botticelli, Donatello, Mantegna, Paolo Uccello, Giambologna, saranno ospiti a Villa Bardini fino al 31 dicembre.

Tre anni fa ebbi la fortuna di lavorare presso la Villa Bardini, questo mero paradiso terrestre, dove il tempo sembra fermarsi. Un incantevole giardino, impreziosito da statue, circonda il museo, da cui rimanevo estasiata a guardare il cielo e il panorama della bellissima città d’arte. Un’atmosfera bucolica che mi ha coinvolto a livello emotivo ed intellettuale, attraverso anche le interessanti mostre proposte. In questo splendido scenario “il ritorno temporaneo”di 40 capolavori a Firenze, nella città dove furono realizzati e acquistati dai collezionisti d’Oltralpe. Come ben sappiamo la febbre del collezionismo investì la ricca borghesia europea e americana tra fine ‘800 e inizi ‘900, contribuendo a sviluppare il mito Firenze/Rinascimento, l’epoca d’oro del pensiero e di scoperte.

drago-PAOLOUCCELLO-top_life-magazine_firenze

Edouard André e la moglie Nélie, appassionati d’arte, sceglievano con oculatezza i pezzi d’arte presso l’atelier dell’antiquario Stefano Bardini, per rendere più lussuosa la loro residenza. Una struttura architettonica della seconda metà dell’800, caratterizzata da uno scalone interno maestoso a doppia elica, che oggi è il Musée Jacquemart-Andrè, secondo solo al Louvre. Le collezioni più cospicue d’arte italiana si possono ammirare proprio in questi musei più rinomati.

La mostra sul Rinascimento nasce dallo scambio culturale tra le istituzioni fiorentine e il Musée Jacquemart-Andrè di Parigi. Un’occasione resa possibile, grazie al prestito concesso dalla Soprintendenza alla mostra sul Beato Angelico, organizzata a Parigi un anno fa. L’allestimento della Villa Bardini con oggetti gotici e rinascimentali, nella rievocazione di dimore nobiliari, è stato un esempio per il museo parigino.

alesso_baldovinetti_virgin_and_child-Top_life-Magazine_firenze

La mostra si articola in sei sale e in una parte documentaria: All’Alba del Rinascimento, Evocazione delle sale del Palazzo Bardini, l’Affermazione del Rinascimento, Le scuole veneta, padovana e ferrarese, Il gusto di Nélie Jacquemart, Rimini Ferrara e Italia centrale, La scultura del Giambologna. Non voglio svelarvi le opere di ogni sala, proprio per indurvi a scoprire questa mostra dal fascino sacrale e profano.

 Il Rinascimento da Firenze a Parigi. Andata e ritorno

 Villa Bardini, Costa San Giorgio 2, Firenze

 Mostra: 6 Settembre – 31 Dicembre 2013

 Orario: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (chiuso il lunedì, ultimo ingresso ore 18.00)

 Ingresso: Intero 8€, Ridotto 6€, Scuole 4€

Share Button

/ 40 Articles

Katia Neri