San Gusmè, torna la leggendaria Festa del Luca

Chiara Poggi

Tagged: , , , , , , ,

Luca Cava - Top Life Magazine

San Gusmè è una piccola frazione nel comune di Castelnuovo Berardenga, posto in un’invidiabile posizione in collina, dalla quale domina il Chianti e da dove, in alcune giornate, è possibile scorgere persino il Monte Amiata. Dall’altro lato la vista arriva fino a intravedere la Torre del Mangia di Siena.

Il borgo, ancora fortificato, è posto nelle vicinanze del Castello di Brolio. Le sue mura sono ancora quasi totalmente integre e tramite le due porte, risalenti al XII secolo circa, si accede nel suggestivo centro storico, la cui forma circolare offre lo spazio al cuore del villaggio: caratteristiche piazzette, stretti vicoletti ed edifici in pietra.

All’ingresso del paese si trova una curiosa statua, che è un po’ il simbolo di San Gusmè: raffigura un uomo accovacciato, intento a compiere una funzione inequivocabile. Come ogni altra storia che si rispetti, anche questa è legata a una leggenda. Si narra che nel 1888, un oste del paese, stanco di dover ripulire quotidianamente la sporcizia intorno alla sua bottega, decise di costruire uno stanzino all’esterno con la scritta “bagno pubblico”. Nessuno sembrò capire e così l’oste decise di erigere la statua e di chiamarla “Luca Cava” (che in toscano stretto si legge “luca’ava”). La statua fu distrutta negli anni ’40 dagli abitanti di San Gusmè, stanchi delle prese in giro dei paesi vicini, ma fu fatta ricostruire per ordine di Silvio Gigli, storico cronista del Palio di Siena. Da quell’anno il borgo, nei primi due fine settimana di settembre, organizza una Festa in onore di Luca Cava.

DSCF0028

Gli eventi in programma

Dal 7 al 15 settembre un ricco calendario di eventi tornerà ad arricchire di suoni e risate il borgo senese. La Festa del Luca sarà inaugurata sabato 7 settembre con il concerto del mitico gruppo rock progressivo italiano, New Trolls; domenica 8 settembre spazio alle battute del comico di Zelig, Paolo Migone. Dopo tanto divertimento, anche gli amanti dello sport all’aria aperta potranno andare alla scoperta del suggestivo paesaggio del Chianti partecipando all’escursione con il gruppo Trekking “La Bulletta” (domenica 8 settembre).

E dopo la cura del corpo, sarà di nuovo la volta della musica e della cultura con il concerto e le letture rinascimentali nell’antica chiesa della Compagnia della Ss. Annunziata (mercoledì 11 settembre) e con una serata dedicata ai più giovani (venerdì 13 settembre). Fino ad arrivare agli appuntamenti clou con la consegna dei premi dedicati a Silvio Gigli e Paolo Maccherini in programma sabato 14 settembre alle ore 20.30, dedicati ai professionisti che si sono distinti nel campo dello spettacolo e del giornalismo.

Gran finale domenica 15 settembre con la IX edizione del Palio delle botti nel Chianti, iniziativa inserita nel circuito nazionale delle corse delle botti organizzato dall’Associazione Nazionale Città del Vino. Durante la manifestazione, infine, sarà possibile visitare la XIV Mostra mercato internazionale di pittura nel Chianti; la mostra dei dipinti di Fabrizio Ciampolini; il mercatino degli hobbisti “Crea e dimostra” e l’allestimento floreale della “Floricoltura Paolo Matassoni” di Montevarchi.


 Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero 0577.359345, scrivere all’indirizzo pro@sangusme.it oppure visitare il sito internet www.sangusme.it. La Festa è organizzata dall’Associazione Pro Loco San Gusmè, con il patrocinio di Regione Toscana; Provincia di Siena  e Comune di Castelnuovo Berardenga e con il sostegno di ChiantiBanca.

Ironia, tradizione e spettacolo tornano protagonisti a San Gusmè, una capatina è consigliatissima!

luca cava

Share Button

/ 80 Articles

Chiara Poggi