Le ville medicee e il giardino di Boboli nel patrimonio dell’umanità UNESCO

admin

Tagged: , , , , , , , , , , , , ,

È con orgoglio che annunciamo che Il comitato dell’Unesco ha conferito l’ambito titolo di patrimonio dell’umanità a 7 ville e due giardini medicei della provincia di Firenze. La notizia arriva da Phnom Pehn, in Cambogia.

Durante il periodo del governo dei Medici, tra il XV e la prima metà del XVIII secolo, furono costruite splendide ville, circondate da altrettanto splendidi giardini all’italiana e folti parchi. Ad oggi queste costruzioni sono mete turistiche importanti e cariche di valore storico, artistico e culturale, nonché massima espressione dell’architettura rinascimentale e barocca espressa in quel periodo in Toscana.

Le prime ville medicee che sono sorte sono quelle del Trebbio e di Cafaggiolo nel Mugello, ovvero la zona di origine dei Medici. Nel Patrimonio tutelato dall’Unesco entrano anche il Giardino di Boboli di Firenze e quello di Pratolino (nel comune di Vaglia),  la villa di Careggi, quella di Poggio Imperiale, quella di Castello, La Petraia e la villa Medici di Fiesole.

Villa La Petraia

Appartenuta in origine alla famiglia Brunelleschi, acquistata successivamente da Palla Strozzi e dai Salutati, fu venduta nel 1544 a Cosimo I de’ Medici. Fu il figlio di Cosimo, il cardinale Ferdinando, che la trasformò nell’edificio “principesco” che oggi conosciamo e ammiriamo.  Successivamente, fu Lorenzo dei Medici ad arricchirla ulteriormente con il prezioso ciclo pittorico dei Fasti medicei, opera del “Volterrano” Baldassarre Franceschini.

Villa_Petraia-top_Life-Magazine_Firenze

Villa Medici di Fiesole

Conosciuta anche con i nomi di Belcanto o il Palagio di Fiesole, è una delle ville medicee più antiche dopo quelle mugellesi e quella di Castello. La Villa fu acquistata da Cosimo il Vecchio e fatta costruire dall’architetto di famiglia Michelozzo. È una delle ville meno conosciute ma meglio conservate. Villa Medici è legata al fatto di sangue della Congiura dei Pazzi del 1478.

Villa_Medici-Top_life-Magazine_Firenze

Giardino di Boboli

Non ha bisogno di presentazioni il più famoso parco storico della città di Firenze. Acquistato nel 1341 da Cione di Bonoccorso Pitti, passò di proprietà ai Medici nel 1549, per mano di Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I d’ Medici. Iniziò in quel periofo l’opera di abbellimento e di ampliamento, che coinvolse anche il giardino. L’architetto che se occupò fu Niccolo Tribolo. Esempio principe di giardino all’italiana, accoglie ogni anno quasi un milione di visitatori da tutto il mondo.

Boboli-Top_Life

 

Credits photo: Flickr Creative Commons

La Petraia: Andreas Jungherr

Villa Medici: Daniel Kimicata

Giardino di Boboli: jefg99

Cover photo: La Petraia – Gransport6

 

Share Button

/ 174 Articles

admin