La Trappola, il gioiello del Pratomagno

admin

Tagged: , , ,

Dalla-strada-panoramica-del-pratomagno-verso-La-Trappola-614x408

La Trappola (800 metri scarsi di altezza) delizioso paese in pietra adagiato sul versante valdarnese del Pratomagno, è caratterizzato dal borgo sottostante alla roccaforte del “castello”.

Il nome della Trappola ha sempre suscitato curiosità e sembra essere attribuito a questo antico castello in virtù di una leggenda, secondo la quale alcuni personaggi nobili tedeschi e romani, smarritisi nella montagna, furono salvati dai pastori e dai carbonai autoctoni.

Questi personaggi vi trovarono un luogo adatto alla difesa costruendo una roccaforte fortificata, cinta da mura di cui sono ancora oggi visibili le rovine di una torre. I cognomi predominanti del paese, Baroni, Romoli, Bartolini danno veridicità alla leggenda. Molte fonti fanno risalire direttamente a Federico Barbarossa la “primogenitura” dell’insediamento. Nei dintorni si trovano anche Trevane, Lanciolina, Chiassaia.

L’ITINERARIO DELLE TRE FONTI

Dalla Trappola, esattamente di fronte alla piccola, deliziosa Badia di Santa Lucia, sulla sinistra si prende il sentiero che costeggia e che ci porta a scoprire scorci di rara bellezza, come quelli che vediamo in foto.

Subito si viene accolti dal fragore delle acque del torrente “Il borro del cinghio”, che tumultuose scorrono lungo questa gola del Pratomagno.

Lasciamo spazio alle immagini…

Itinerari3

Itinerari1

 

Itinerari2

Share Button

/ 170 Articles

admin